Gorresio, Gaspare, Italian sanskritist (1808-1891). Autograph letter signed.

Turin, 31. XII. 1878.

Large 8vo. 2 pp.

 140,00

To Contessa Lovatelli.

Alla contessa Lovatelli per esprimere gli auguri di felice anno nuovo: "Sul confine d'un anno che muore e d'un altro che sta per nascere, in un momento solenne in cui ricorrono al pensiero le persone più care e si desidera loro ogni cosa lieta e felice, io penso a Lei, egregia signora contessa, e dal profondo del cuore Le [...] auguro lieto e felice l'anno che sta per cominciare [...] possa Ella con ferma salute e con imperturbata serenità di mente attendere agli studi che Ella ama e con tanto successo coltiva [...]". Aggiunge gli auguri per "l'ottimo signor conte Lovatelli suo marito, a cui la prego di esprimerli a nome mio [...] mi permetta di non entrare per ora in altri particolari e gradisca l'omaggio di altissima stima e d'affetto de suo [...] Gaspare Gorresio".

Gorresio dopo aver studiato a Torino e a Vienna venne nel 1838 a Parigi e a Londra dove condusse a nome del governo piemontese numerosi studi sull'India per poi, dal 1852, occupare per quattro anni la cattedra di sanscrito all'Università di Torino, la prima in Italia; dal 1859 bibliotecario alla biblioteca nazionale di Torino e segretario dell'Accademia delle Scienze sempre a Torino. La sua opera principale è l'edizione e la traduzione dell'epica "Ramajana".

From the collection of Eduard Fischer von Röslerstamm (1848-1915).