Tunesische Piraten

Eugen, Prinz von Savoyen, Feldherr und Staatsmann (1663-1736). Brief mit eigenh. U. ("Eugenio di Savoya").

Wien, 27. III. 1728.

1 S. Folio.

 6.500,00

An den Bailo (Amtmann) Portocarrero in Palermo: "Illustrissimo, et eccellentissimo signore mio osservantissimo. Accuso la ricevuta dal foglio comp.mo di Vostra Eccellenza in data delli 19 scaduto con la copia di lettera statale scritta da Tunisi dal Console Pilarino circa il far' arrestare un corsaro Tunesino à titolo di represaglia, il quale si trova in Messina, et è si vero, che cose simili sono delicate, suà commettendo quei Barbari molti accessi, e quando non siano per attenersene, ben si potrebbero usare repressaglie, come in effetto esso Console Pilarino non è fuori di ragione; tuttavia però si scriverà fratanto nuovamente al Residente Console in Constantinopoli di farne l' ulteriore rappresentanza, affinche la Porta vi dia l'opportuna providenza. Nè altro potendo per ora replicare à Vostra Eccellenza sopra tal' affare, staro nel mentre in attenzione di molti suoi ambiti comandi, e con rinovarle la mia costante vera osservanza, rimango per essere sempre di Vostra Eccellenza affettuosissimo et obbligatissimo servitore [...]".

Vgl. Benedikt, Das Königreich Neapel unter Kaiser Karl VI. (Wien 1927), SS. 297-299, 318-330.

Art.-Nr.: BN#36986 Schlagwort: